venerdì 22 novembre 2019

Nightflyers, un'astronave con troppi problemi


Sono tanti, troppi i problemi che avvengono sull'astronave Nightflyer, al centro di una serie tv ispirata dalla penna di George R. R. Martin. Considerando che l'astronave parte dalla Terra per avere un contatto con delle forme di vita aliena, avvengono a bordo una serie di fatti sconvolgenti che non hanno nulla a che fare con la missione. Gli alieni, dunque, sono il motivo del viaggio ma il viaggio stesso è una scusa per raccontare qualcos'altro. Oppure, se gli eventi che si succedono violentemente sotto gli sguardi sconvolti dei passeggeri sono in qualche modo indotti dagli alieni che la missione deve incontrare, be', questo non si capisce per niente. Ed è un difetto. Un grande difetto, perché lo spettatore si sente un po' preso in giro, e si rompe il filo logico che guida le vicende dei protagonisti, lasciando spaesati. A essere precisi, i problemi che si succedono uno dietro l'altro non hanno nessun collegamento tra loro, il che fa anche sorridere perché quello che accade nella serie tv Netflix Nightflyers sembra nient'altro che una catena di colossali sfortune davvero improbabili.

4 commenti:

  1. Odio le opere così, ai?
    Quando ogni cosa sembra una sfiga improbabile.
    E peraltro senza nemmeno motivazioni accettabili...

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, come se bastassero i problemi in sé a rendere una storia interessante. No belli, non è così che funziona, non è così semplice.

      Elimina
    2. Esattamente.
      Se si nota che gli avvenmenti sono forzati, stona di brutto.

      Moz-

      Elimina
    3. Stavolta è un peccato perché l'atmosfera all'interno dell'astronave è ben fatta. Insomma, graficamente ci siamo, è il resto che manca.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...