mercoledì 13 maggio 2020

I racconti di Arthur C. Clarke: "Angelo custode"


"Angelo custode" ("Guardian Angel") è un racconto di Arthur C. Clarke del 1950.

Gigantesche astronavi compaiono sulle principali città terrestri e gli alieni che le guidano, chiamati Superni, iniziano a governare l'umanità.

La supervisione dei Superni conduce l'umanità verso una prosperità mai vista prima, ma il prezzo è ovviamente la libertà, e l'annullamento degli Stati sovrani voluto dagli alieni - così come altre cose - non è ben voluto da movimenti di autonomia come la Lega della Libertà.

Precisamente è un superno di nome Karellen a guidare il mondo attraverso un referente umano, il Segretario Generale Stormgren.

I terrestri sono di fatto colonizzati da entità che non si sono mai mostrate fisicamente, e questo fa pensare che i Superni abbiano qualcosa da nascondere.

Karellen asserisce che gli umani non sono ancora pronti a vedere i Superni fisicamente, ma il Segretario Generale Stormgren, di nascosto, anche se obbedisce alle loro direttive vorrebbe smascherare la forma fisica degli alieni.

"Angelo custode" è il racconto dal quale è stato tratto uno dei più celebri romanzi di Arthur C. Clarke: Le guide del tramonto.

***

Il racconto è incluso nell'antologia completa di Arthur C. Clarke, uscita in due forme, sia in edicola con la collana Urania in quattro volumi dal titolo Terra e spazio, sia in un volume unico in libreria intitolato semplicemente Racconti.

Nessun commento:

Posta un commento