venerdì 27 novembre 2020

I racconti di Arthur C. Clarke: La sentinella (da cui 2001: Odissea nello spazio)

"La sentinella" ("The Sentinel") è un racconto di Arthur C. Clarke del 1951.

***

In una regione della Luna chiamata Mare Crisium si muovono dei trattori spaziali con a bordo alcuni astronauti. A un certo punto, a ridosso di un monte in lontananza, si intravede uno strano luccichio. Wilson, l'astronauta che racconta la storia, si offre volontario per andare a vedere di cosa si tratta, accompagnato da un altro astronauta di nome Garnett.

Da questo racconto è stato tratto il film 2001: Odissea nello spazio e il successivo libro. Rispetto al libro e al film, siamo di fronte a una storia molto più breve: "La sentinella" si svolge nell'arco di poche pagine. Per forza di cose, quindi, rispetto alle opere più corpose che si sono ispirate ad esso, il racconto è una versione semplificata e diversa anche se il fulcro è lo stesso.

Di diverso c'è per esempio l'artefatto che si trova sulla luna, che nel racconto non è un monolito rettangolare ma una struttura piramidale circondata da una protezione trasparente a forma di cupola.

Curiosità: così come avviene per il racconto La strada verso il mare, nel quale si parla di "pianeti del sistema solare desolati e inospitali", anche in questo caso la visione di Clarke sulla vita nel sistema solare non è molto ottimistica. Si parla di una Luna priva di vita, che ospitava acqua e vita in un lontano passato ma mai vita intelligente. Si dice inoltre chiaramente che nel sistema solare c'è vita intelligente solo sulla Terra.

4 commenti:

  1. Mai letto, il film per me è un capolavoro, strano che sia così breve il racconto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È talmente breve che non avrei molto da dire. Il finale è interessante ma non volevo spoilerare.

      Elimina
  2. Me lo fecere leggere come come analisi alle medie molto tempo fa, poi ho avuto modo di approfondirlo durante la lettura della biografia di Kubrick ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' breve ma bello. Il fatto che te lo fecero leggere alle medie è fantastico.

      Elimina