lunedì 30 novembre 2020

I racconti di Arthur C. Clarke: Vacanza sulla Luna

"Vacanza sulla Luna" ("Holiday on the Moon") è un racconto di Arthur C. Clarke del 1951.

***

Il signor Martin lavora in un osservatorio costruito sulla Luna. Il lavoro gli impedisce di tornare presto sulla Terra, così invita sua moglie e due figli, un maschio e una femmina, a venirlo a trovare sul satellite.

Il racconto è privo di colpi di scena o di risvolti spettacolari. Si tratta di un vero e proprio giro di esplorazione della famiglia Martin tra l'osservatorio e quella che viene chiamata Base Due.

Sono gli aspetti scientifici che vengono posti sotto l'attenzione dei visitatori. Tra questi la scoperta di una supernova da parte degli scienziati dell'osservatorio. Una scoperta che viene fatta anche dall'osservatorio lunare del romanzo di Clarke Ombre sulla luna, libro del 1955 che è tratto dall'omonimo racconto del 1951.

La chiave di volta di "Vacanza sulla luna" è il cambiamento che avviene nella persona di Daphne, la figlia del signor Martin, che grazie al suo giro turistico sulla Luna capisce la sua vocazione, una vocazione scientifica.

Ecco la parte del testo in cui Daphne viene colta dalla sua illuminazione: 

"Ora finalmente capiva che la scienza non era soltanto una questione di aride equazioni e noiosi libri di testo, ma possedeva una poesia e una magia tutte sue. Davanti a lei si era aperto un nuovo mondo, in cui sarebbe potuta entrare, se lo avesse voluto".

Nessun commento:

Posta un commento