giovedì 3 febbraio 2022

Un rumore di tuono: emblematico racconto di Ray Bradbury sui viaggi nel tempo


Lo sanno tutti ormai che durante un viaggio nel passato bisogna interagire il minimo possibile con oggetti e persone perché un piccolo cambiamento può scatenare una reazione a catena con effetti giganteschi sul futuro. 

Il concetto si chiama "effetto farfalla", termine coniato in ambito scientifico per dire che piccole variazioni in un sistema complesso potrebbero scatenare una metaforica valanga sull'intero sistema. Ad esempio il battito d'ali di una banale farfalla potrebbe, secondo il titolo (provocatorio?) di una conferenza degli anni 70 che ha fatto la storia, avere grosse conseguenze meteorologiche.

L'effetto farfalla è perfettamente applicabile anche ai viaggi nel tempo, come dimostra il racconto "Un rumore di tuono" (A Sound of Thunder) di Ray Bradbury del 1952, che è forse il più emblematico su questo tema. Persino un articolo della rivista Scientific American cita questa storia breve come esempio letterario da affiancare al significato scientifico. Ci sono indizi che il racconto di Bradbury possa aver influenzato la scienza nella scelta del termine "effetto farfalla", ma probabilmente si tratta di una coincidenza.


Dove trovare il racconto

"Un rumore di tuono" si trova in almeno un paio di volumi:

Viaggi nel tempo (Einaudi, 2016)

Le grandi storie della fantascienza 14 


La trama dettagliata

Nel 2055 una società organizza dei safari temporali per il gusto di cacciare per esempio animali estinti, così da soddisfare le fantasie del cacciatore più esigente.

Un uomo di nome Eckels coglie la palla al balzo e prenota un'escursione temporale che però, come gli viene detto sin da subito, non è un gioco da bambini. Ogni safari temporale richiede infatti protocolli molto rigidi per evitare un'unica grande cosa: l'alterazione del futuro attraverso l'interazione con il passato.

Gli escursionisti vengono inviati con una macchina del tempo a diversi milioni di anni nel passato perché il loro scopo è uccidere un dinosauro, in particolare il Tyrannosaurus rex

I paganti devono però indossare un casco per evitare di diffondere germi e devono camminare su una pedana antigravità. I viaggiatori del tempo sono stati inoltre sterilizzati a dovere. 

Tutti questi accorgimenti vengono presi per evitare qualsiasi alterazione del passato. Anche solo lo scendere dalla pedana o il calpestare l'erba potrebbe scatenare un effetto a catena con enormi cambiamenti nel futuro dal quale sono venuti.

Sì ma il dinosauro verrà ucciso. Questo non altererebbe il futuro? No, perché vengono scelti appositamente animali che morirebbero lo stesso per cause naturali pochi minuti dopo la caccia. C'è infatti un addetto - in questo caso l'assistente della guida - che segue la vita delle prede viaggiando nel tempo per trovare il momento esatto in cui muoiono. Quello stesso momento viene scelto per la caccia dei clienti. A quel punto l'animale in oggetto viene marchiato con del colore, così da essere ben riconoscibile dai cacciatori.

Sì ma... Se il momento in cui l'agente temporale ha visto morire il dinosauro è lo stesso in cui i cacciatori stanno uccidendo l'animale, vuol dire che l'uomo ha incontrato se stesso e si rischia un paradosso temporale. Ma no, dice l'assistente, il tempo semplicemente non contempla i paradossi e li ignora.

Sembrerebbe tutto sotto controllo. Ma la paura può giocare brutti scherzi.


Il finale: spoiler!

Eckels si fa prendere dal panico di fronte al dinosauro e scende dalla pedana di sicurezza. Nel frattempo l'animale viene ucciso ma la guida è infuriata perché il cliente ha calpestato l'erba del passato e ci saranno delle sanzioni per questo gesto pericoloso. Comunque, due fili d'erba schiacciati che saranno mai?

Gli escursionisti tornano nella sede dell'agenzia e scoprono che il cartello di presentazione del safari temporale, visto prima di partire, è ora scritto con un linguaggio strano. Inoltre il presidente che ha vinto le ultime elezioni è un altro, una specie di dittatore.

Eckels toglie il terriccio rimasto sotto le scarpe e scopre di avere schiacciato involontariamente una farfalla. Capisce quindi che così facendo ha alterato l'ecosistema del passato e, a catena, ha radicalmente provocato un cambiamento del futuro.

La guida che era con lui prende il fucile e si sente "un rumore di tuono".

8 commenti:

  1. Io ce l'ho in una raccolta di Bradbury intitolata "Dinosauri". La descrizione del tirannosauro visto come una spaventosa macchina da guerra è fantastica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il racconto è presente in diverse raccolte. Ho citato per semplicità quelle che credo siano più rappresentative. Stiamo parlando di un pilastro della fantascienza.

      Elimina
  2. Segnalazione molto interessante. Devo cercare di recuperarlo.

    Il tuo post, tra l'altro, ha innescato un'associazione mentale e un'intuizione.

    Per la precisione, questa frase:
    "Ci sono indizi che il racconto di Bradbury possa aver influenzato la scienza nella scelta del termine "effetto farfalla", ma probabilmente si tratta di una coincidenza."

    mi ha fatto venire in mente che si ritiene che David Bowie, al secolo David Jones, prese il nome d'arte da David Bowman di 2001: odissea nello spazio.

    L'intuizione riguarda alcuni elementi della trama del racconto di Bradbury che hai condiviso: l'evitare di diffondere germi, i cambiamenti che possono portare anche il solo calpestare il suolo... Secondo me, Becky Chambers, in To be taught if fortunate, ha rielaborato queste idee direttamente dal racconto di Bradbury.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'influenza fantascientifica in vari ambiti andrebbe indagata caso per caso ma in linea generale credo sia un fatto indiscutibile. Bowie poi era chiaramente un appassionato di fantascienza. La storia che citi non l'ho letta ma accolgo con entusiasmo la tua ipotesi.

      Elimina
  3. Letto. Mi è piaciuto e ho apprezzato alcune piccole cose come la nota sull'alito del dinosauro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimo. Lo rileggo anche io per essere sicuro di aver scritto la trama alla perfezione.

      Elimina
  4. Questo post ha profondamente ispirato l'ultimo che ho scritto (https://ludo-ii.blogspot.com/2022/02/al-ginnasio-della-fantascienza-ray.html), quindi ringrazio.

    RispondiElimina