sabato 14 maggio 2022

Il faro della follia: The Lighthouse (2019)

The Lighthouse, film 2019

Come promesso, dopo aver visto The Northman è stato visionato anche un altro film di Robert Eggers, giovane regista molto acclamato negli ultimi anni.

La storia e l'ambientazione in The Lighthouse sono semplicissime: si racconta la vita solitaria di due guardiani di un faro in un tempo passato non precisato ma che dovrebbe collocarsi nell'Ottocento.

La storia è semplice, dunque. Ma Robert Eggers è stato molto bravo a raccontare visivamente la vita dei protagonisti e la loro follia.

La scelta del bianco e nero sembrerebbe azzeccatissima: dà quel non so che di onirico, cupo, macabro e indefinibile come cupe e indefinibili sono le anime degli uomini al centro dell'esperienza.

Sentiamo la puzza di alcol e di sudore che esce dallo schermo. Percepiamo l'odore del mare, gustiamo i pasti come gli unici momenti di piacere della giornata anche se il cibo fa schifo.

Osserviamo gli effetti deleteri dell'isolamento assoluto.

Tutto questo - e molto altro - semplicemente arriva. E non è affatto una cosa facile da ottenere con un film. Dunque onore al merito: non c'è altro da aggiungere.

Avvertenza: non stiamo parlando di niente di esagerato ma per evitare qualunque disagio siete avvisati che il film potrebbe urtare la sensibilità.

2 commenti:

  1. La cripticità non sempre funziona, infatti mi è piaciuta più l'estetica e l'atmosfera che il racconto in sé.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi sono lasciato andare alle mille interpretazioni possibili. Anche per non fare spoiler.

      Elimina